FISU World University Championships Speed Skating 2016

6a

FISU World University Championships – Speed Skating 2016

Baselga di Pinè – TN – Italy

Per visualizzare le foto dell’evento >> Clicca qui!

PER RICHIEDERE LE FOTO IN ALTA RISOLUZIONE E SENZA LOGO INVIARE UNA MAIL A info@buzzidavide.it VI VERRANNO FORNITE TUTTE LE ISTRUZIONI.

E’ calato il sipario, domenica 6 marzo, sui World University Speed Skating Championships, i Mondiali Universitari (Fisu) di velocità su ghiaccio in pista lunga disputati all’Ice Rink Pinè, lo stadio del ghiaccio di Baselga di Pinè e per la prima volta in Italia.

Per un intera settimana si sono confrontati sulla pista dei Baselga di Pinè oltre un centinaio gli atleti iscritti alla terza edizione dei World University Speed Skating Championships, Mondiali Universitari (Fisu) di velocità su ghiaccio, in rappresentanza di 15 Nazioni (Austria, Bielorussia, Cina, Estonia, Giappone, India, Italia, Olanda, Polonia, Rep. Ceca, Russia, Taipei, Ungheria e USA).

Nell’ultima giornata di gare la nazionale azzurra, guidata dal tecnico Enrico Fabris, ha ottenuto due medaglie d’oro grazie al successo di Giacomo Mirko Nenzi (Fiamme Gialle) sui 50 metri e del marchigiano Riccardo Bugari (CP Pinè) nella prova in linea.

Dopo la giornata di sabato caratterizzata dalla forte nevicata, e dai successi di Davide Ghiotto sui 10.000 metri (venerdì si era imposto sui 5.000 metri) e della staffetta Team Sprint, spazio alle prove veloci sui 500 metri e alla Mass Start finali.

In campo femminile sui 500 metri successo della cinese Qishi Li, con il migliore tempo nelle due serie disputate, che bissa così l’oro ottenuto nei 1.000 metri davanti alle due giapponesi Arisa Tsujimoto e Nana Takahashi, con la pinetana Linda Bortolotti giunta sesta.

Sui successivi 500 metri maschili gara da dominatore per Giacomo Mirko Nenzi, che vinceva entrambi le serie (35.946 e 35.826 i suoi tempi) e superava l’atleta di Taipei Ching-Yang Sung ed il giapponese Yuto Fujino. Buona anche la prova degli altri azzurri con Cristian Sartorato (Noale) sesto e il perginese Alessio Trentini settimo.

Quando le ombre della sera e le luci artificiali avevano ormai avvolto l’Ice Rink Pinè spazio alle gare finali della rassegna iridata universitaria con la Mass Start femminile conquistata dall’olandese Annemarie Boer, sulla russa Olesya Chernega e l’altra “tulipana” Jessica (Jacoba Elise) Merkens. Le due azzurre erano subito a ridosso delle prime con Linda Bortolotti quinta e la romana Giulia Lollobrigida (Aereonautica) sesta.

Le ultime emozioni e soddisfazioni azzurre erano regalate dalla prova della Mass Start maschile (con oltre 20 pattinatori in contemporanea sul ghiaccio) dominata dall’esperto Riccardo Bugari, rotellista di San Benedetto del Tronto e passato quest’anno alla velocità su ghiaccio tra le fila del Circolo Pattinatori Pinè. Gli altri due gradini del podio erano occupati dall’austriaco Armin Siegfried Hager e dal polacco Marcin Bachanek, mentreDaniel Niero (Noale) doveva “accontentarsi” del quarto posto e Davide Ghiotto della quinta piazza.

I Mondiali Universitari (Fisu), alla loro terza edizione e per la prima volta in Italia, si chiudono con il successo pieno degli azzurri che dominano il medagliere con 7 ori, davanti a Giappone (2 ori, 6 argenti e 2 bronzi), Polonia (2, 5, 4) e Cina (2 ori), la rassegna dei World University Speed Skating Championships, ha decretato anche il successo organizzativo dal collaudato comitato organizzatore presieduto da Enrico Colombini e dai coordinatori Luca De Carli e Nicola Condini, che ha potuto contare su oltre cento volontari locali impegnati all’Ice Rink Pinè per un’intera settimana di grande sport e spettacolo.

Lorenzo Galasso della La Voce del Trentino